user_mobilelogo

 

Archivi per l'Ebraismo

Il progetto, coordinato dalla Soprintendenza Archivistica per la Puglia e promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia, è rivolto alla ricognizione di documenti e di testimonianze in cui si evidenziano le  presenze di origine ebraica e le tracce della cultura ebraica e delle culture del Mediterraneo, partendo da un nuovo approccio alle ricerche archivistiche con il sussidio della tecnologia (digitalizzazione e consultabilità informatizzata) e sperimentando strategie innovative nell'applicare i risultati della ricerca al turismo culturale. Sono coinvolte per studi e iniziative culturali le competenze legate al territorio, così come lo sono per la progettazione le realtà legate alla ricerca - come Università, Associazioni culturali - interessate a un programma in cooperazione che parte dalla ricerca archivistica per approdare alla consultabilità della documentazione, alla divulgazione e alla predisposizione di itinerari e di strumenti flessibili rivolti alla valorizzazione dei beni culturali.

Nell’ambito dell’interesse crescente sugli studi relativi all’identità culturale del Mediterraneo si colloca la possibilità di realizzare un progetto sistematico sulla presenza ebraica e sui rapporti con le comunità locali che proponga una ricerca inedita e approfondisca un percorso di conoscenza in campi poco indagati del patrimonio culturale dell'Italia meridionale. Nella programmazione delle attività sono comprese: ricerche documentarie, digitalizzazioni e messe in rete (anche sul sito della Soprintendenza Archivistica per la Puglia: www.sa-puglia.it), convegni, pubblicazioni di documenti e di atti, itinerari e percorsi, mostre documentarie sulla presenza ebraica intessuta alle culture mediterranee.

Con il CeRDEM - avvalendosi delle tecnologie per la catalogazione e la consultazione dei documenti, insieme agli allestimenti di percorsi sul territorio e alla predisposizione di itinerari didattici - si intende proporre il rinnovarsi della tradizione nella ricerca e nella tutela, insieme a nuove strategie nella valorizzazione. 

Gli obiettivi specifici del progetto:

Contribuire alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio culturale ebraico per dare sistematicità agli studi e una nuova base di dati per ricerche, incentrando l’attenzione su due aspetti:

a) itinerari (i luoghi e i viaggiatori),

b) testimonianze e documenti (la diffusione della cultura; le presenze ebraiche nei contesti locali).

 

Fonti e storie per l'Ebraismo

Il progetto, coordinato dalla Sezione Puglia dell'ANAI - Associazione Nazionale Archivistica Italiana e promosso dalla Regione Puglia - Assessorato al Mediterraneo, propone per il 2012 appuntamenti dedicati a convegni e mostre documentarie.

Oltre alla ricerca e alla divulgazione, il progetto intende riprendere - avvalendosi delle nuove tecnologie - l'esperienza di lavoro  già proposta dai Convegni Internazionali di “Italia Judaica”, promossi dalla Commissione mista per la storia e la cultura degli ebrei in Italia e costituita da docenti universitari e archivisti italiani e d'Israele. Il progetto “Italia Judaica” è diretto dal Prof. Shlomo Simonsohn (ex Rettore dell’Università di Tel Aviv,  presidente del Goldstein-Goren Diaspora Research Center Tel Aviv University).

Tra i volumi già editi: Italia Judaica. Atti del I Convegno internazionale (Bari, 1981), MiBAC, Roma 1983; La presenza ebraica in Puglia. Fonti documentarie e bibliografiche, a cura di C. Colafemmina, P. Corsi, G. Dibenedetto (Archivio di Stato di Bari, 1981), La presenza ebraica in Puglia: testimonianze archivistiche ed archeologiche, a cura di D. Iannone, Guida alla mostra (Bari, 1981); Gli Ebrei in Terra di Bari durante il Viceregno spagnolo. Saggio di ricerche archivistiche, a cura di C. Colafemmina e G. Dibenedetto (Grafiystem, Bari 2003). 

Nell’ambito del nuovo progetto saranno diffusi, con mostre, itinerari e pubblicazioni, i risultati della ricerca archivistica sui documenti inediti.